Articoli

La sabbiatura, nota anche come sabbiatura abrasiva, è un processo per la finitura superficiale che prepara un determinato pezzo per la fase successiva di verniciatura, in questo modo, lo lascia completamente pulito. Nell’articolo che stai per leggere vogliamo parlarvi del rugosimetro per sabbiatura.

Prima però torniamo a vedere la sabbiatura che crea sulla superficie un effetto simile a quello creato utilizzando la carta vetrata, ma più uniforme e più facile da applicare su aree con angoli e cavità.

Come viene eseguita la sabbiatura?

Come suggerisce il nome, la sabbiatura viene eseguita con una macchina che soffia sabbia ad alta pressione sulla superficie da trattare.
Tale macchinario forza le particelle di sabbia ad alta velocità su tutta la superficie, solitamente questo processo rende la superficie più liscia e pulita.

Le sabbiatrici sono generalmente collegate ad un compressore ad aria che attraverso aria ad alta pressione sposta la sabbia attraverso un ugello palmare.
Questo viene controllato dall’operatore che lo utilizza direttamente sulla zona della superficie che richiede il trattamento.

Naturalmente, a seconda dei diversi parametri, come il tipo di materiale trattato, il tipo di sabbia utilizzato e la pressione applicata, la rugosità superficiale risultante può variare.

 

sabbiatura superficiale

La sabbiatura di C&L Verniciatura

C&L Verniciatura è un’azienda che fornisce servizi di verniciatura industriale da oltre 20 anni.

Recentemente grazie ad una serie di miglioramenti, si sono evoluti in un’azienda più grande e più sofisticata, attualmente stabilita ad Arezzo.

Nella nuova sede sono stati in grado di espandere i propri sistemi e il numero di servizi offerti, offrendo lavori di verniciatura su qualsiasi tipo di superficie, tra cui: ferro, legno, vetro, plastica, alluminio e stagno, sia per applicazioni indoor che outdoor.

Tra i molti miglioramenti aggiunti al loro processo, si può individuare la preparazione del materiale con sabbiatura.

Questa preparazione, applicata prima del processo di verniciatura, fornisce una serie di vantaggi, tra cui:

  • Un modo semplice per pulire la superficie. È possibile rimuovere i contaminanti anche dai materiali più duri.
  • La rimozione dei contaminanti dalla superficie migliora l’aderenza della vernice e di altri tipi di rivestimenti.
  • Crea uno strato protettivo che impedisce alla ruggine di apparire sulle parti metalliche.
  • Come ulteriore vantaggio, questo è un processo ecologico.

Nonostante tutti questi vantaggi derivanti dalla sabbiatura, c’è un aspetto importante che C&L Verniciatura deve controllare nel proprio processo per assicurarsi di ottenere risultati di alta qualità per i propri clienti.

E questa è la rugosità della superficie.

verniciatura finale

In che modo il rugosimetro per sabbiatura influenza i risultati di C&L Verniciatura?

La rugosità superficiale si riferisce alle irregolarità chiamate picchi e valli che appaiono sulla superficie di un pezzo a seguito di processi meccanici, come la sabbiatura.

C&L Verniciatura fornisce risultati di alta qualità ai propri clienti assicurandosi che il rivestimento di vernice sia uniforme coprendo tutti i picchi sulla superficie, al fine di evitare macchie di ruggine.

Inoltre, devono assicurarsi che tali picchi non siano troppo bassi, in quanto ciò comporterebbe una riduzione o, addirittura, un’adesione insufficiente del rivestimento, con conseguente guasto prematuro del rivestimento.

Consegnare pezzi che possono sviluppare macchie di ruggine o difetti di rivestimento in un breve periodo di tempo va contro i principi di C&L Verniciatura, visti gli standard di alta qualità che hanno implementato nel corso degli anni.

Ma, come possono misurare e controllare qualcosa di invisibile all’occhio come la rugosità della superficie? Beh, utilizzando un rugosimetro superficiale!

Rugosimetro per sabbiatura SAMA Tools: La soluzione

C&L Verniciatura ha deciso di trovare una soluzione che li aiutasse a misurare e controllare la rugosità superficiale derivante dal processo di sabbiatura.Misuratore di rugosità superficiale per sabbiatura

Si sono rivolti a noi.

Offriamo un’ampia gamma di strumenti di misura e controllo della rugosità per diverse applicazioni, compresa quella della sabbiatura

Campioni visivi comparativi di rugosità per sabbiature. 

Dopo aver lavorato a stretto contatto con i nostri esperti di consulenza, l’azienda ha optato per l’acquisto del nostro misuratore di rugosità per sabbiatura, adatto nello specifico per i pezzi sabbiati.

Grazie a questo rugosimetro, è possibile misurare con precisione la distanza picco – valle della superficie.
Questo controllo della rugosità garantisce una corretta preparazione della superficie e, di conseguenza, prestazioni di rivestimento ottimizzate per i clienti.

Con questo strumento accurato e di semplice utilizzo, C&L Verniciatura ha ottenuto ottimi risultati, che ci hanno permesso di sviluppare una collaborazione lavorativa che auspichiamo possa crescere sempre di più.

Ora è il tuo turno!

Ci sforziamo di fornire ai nostri clienti la soluzione migliore per il loro caso specifico.

La soddisfazione del cliente è il nostro obiettivo, e così come con C&L Verniciatura, saremo lieti di darti il benvenuto.

Quindi, se hai bisogno di aiuto con la misura e il controllo della rugosità, o vuoi consigli sullo strumento migliore per il tuo caso specifico, non esitare a contattare il nostro ufficio tecnico.
Puoi chiamarci al numero 0584/392342 – 0584/392453 o, in alternativa, compilare il modulo online per contattarci per iscritto.

La misura e il controllo della rugosità sono aspetti fondamentali da tenere in considerazione per garantire la qualità di una superficie e anche se apparentemente è liscia, non lo sarà mai al 100%.
Ciò significa che la rugosità della superficie non avrà mai un valore pari a zero. Ma, che cos’è la rugosità della superficie?

Che cos’è la rugosità della superficie?

La rugosità superficiale indica le irregolarità che appaiono sulla superficie di un pezzo a seguito di processi meccanici come la fresatura, tornitura e rettifica.
Così, anche la superficie più liscia al tatto o quella più piatta all’occhio avranno picchi e valli che devono essere misurati e controllati per assicurarsi che la finitura desiderata venga raggiunta.

Perché la misura e il controllo della rugosità sono così importanti?

Misurare e controllare la rugosità della superficie è importante perché può avere un impatto significativo su diversi aspetti del pezzo, tra cui:

  • L’aspetto della superficie.
  • La funzionalità della superficie.
  • L’aderenza di qualsiasi tipo di rivestimento sulla superficie.

Le parti rotanti, come ad esempio motori di automobili, pompe e generatori, sono un esempio perfetto per dimostrare questa importanza. Ci sono parti in movimento che richiedono rugosità specifica per il loro corretto funzionamento.
Se la rugosità è troppo elevata, può causare un guasto accelerato a causa dell’aumento dell’usura, mentre un valore di rugosità al di sotto dei requisiti può causare allentamenti delle componenti che potrebbero influenzare il funzionamento della macchina.

Come si misura la rugosità della superficie?

La rugosità della superficie viene misurata per mezzo di una sonda, si parla tecnicamente di “misura della rugosità del profilo superficiale”.
Questa definizione viene associata alla sonda, che si muove in linea retta su una determinata lunghezza selezionata sulla superficie. In questo modo viene definito un profilo delle irregolarità riscontrate su tale superficie.

Il profilo creato è composto da picchi e valli; i parametri di rugosità sono calcolati in base all’altezza di quei picchi e alla profondità di quelle valli.

Sonda rugosimetro SA6230

I parametri della rugosità

Una delle modalità più comuni per individuare la rugosità della superficie è attraverso la rugosità media o “Ra”.
La rugosità media (Ra) è definita come il valore medio aritmetico dei valori assoluti all’interno di una determinata lunghezza.

In altre parole, il valore di Ra rappresenta il valore medio dello scostamento del profilo verso l’alto o verso il basso, rispetto ad una linea immaginaria considerata completamente piatta.
Questa informazione significa che valori più alti di Ra rappresentano una maggiore rugosità della superficie.

Ecco la relazione tra tipo di lavorazione e Ra.

Tuttavia, misurare e controllare la rugosità media (Ra) della sola superficie non sempre è sufficiente, in quanto presenta alcune limitazioni. Ad esempio, un valore Ra non identifica differenze per quanto riguarda il tipo di irregolarità.
Ciò rende necessario misurare e controllare altri parametri di rugosità, quali:

  • RPc per caratterizzare un profilo, ovvero la misura dei picchi.
  • La rugosità quadrata media (Rq), ovvero la radice quadrata della media dei quadrati delle deviazioni del profilo reale entro una determinata lunghezza.
  • Rz, comunemente utilizzato nella sabbiatura, tiene conto della differenza media picco-valle di 10 punti (5 picchi e 5 valli) che si discostano maggiormente all’interno di una determinata lunghezza.
  • Rmax, che permette di misurare la profondità massima del profilo entro una determinata lunghezza.

Fortunatamente, tutti questi valori non vengono più calcolati a mano.
Strumenti come il nostro rugosimetro grafico potrà svolgere il lavoro con un’alta precisione e senza complicazioni.

rugosimetro SA6260

Quali sono le applicazioni relative alla rugosità?

Come descritto sopra, la rugosità superficiale può avere un impatto su diversi aspetti di un pezzo. Di conseguenza, le applicazioni relative alla misura e al controllo della rugosità devono ridurre tale impatto.

Alcuni esempi di misura e controllo della rugosità superficiale sono:

rugosimetro SA6230

  • Parti automobilistiche: il controllo dell’attrito è importante, come nel caso di sistemi frenanti e sistemi di frizione.
  • Apparecchiature per il trattamento farmaceutico e alimentare: richiedono bassi valori di rugosità per evitare che le particelle aderiscano sulle superfici dei vasi e di altri elementi, onde evitare la contaminazione tra lotti.
  • Preparazione della pavimentazione: evitare superfici scivolose in luoghi come ospedali e altre aree in cui è richiesta una maggiore rugosità sulla superficie del pavimento.
  • Elettronica e semiconduttori per un migliore funzionamento.
  • Produzione di macchine utensili: in particolare quelle utilizzate per la produzione ad alta precisione, come gli utensili per il taglio di ingranaggi.
  • Attuatori idraulici e pneumatici: evitare l’aumento dell’attrito è essenziale per il corretto funzionamento.
  • Industria cartaria.
  • Attrezzature mediche.
  • Tubi del telescopio.
  • Macchinari per la produzione di abbigliamento.
  • Ceramiche e porcellane.
  • Cuscinetti, giunte e guarnizioni.
  • Stampi per colate e altre attrezzature di colata che richiedono superfici ad alta precisione.
  • Valvole, pompe e altri macchinari.

 

Si può facilmente notare che molte tipologie di industria possono beneficiare della misura e del controllo della rugosità.
Inoltre, è importante sottolineare che la misura e il controllo della rugosità delle superfici è importante nella produzione, nella garanzia di qualità (QA) e nel controllo della qualità (QC) in laboratorio.
A volte, i pezzi devono essere lavorati direttamente sul campo, e risulta necessario misurare la rugosità al di fuori del laboratorio.

In questi casi, il nostro rugosimetro compatto e il rugosimetro portatile sono fondamentali.

Rugosimetro SA6240

Come scegliere lo strumento corretto per la misura e il controllo della rugosità di una superficie?

L’acquisto di uno strumento per misurare la rugosità della superficie è molto importante e occorre scegliere e selezionare la soluzione migliore.
Ci sono diversi aspetti da tenere in considerazione quando si valuta la scelta dello strumento giusto.
Alcuni di questi sono:

  • Valutare se sono necessari i valori specifici dei parametri o solo un confronto.
  • Il numero di parametri da misurare.
  • La necessità di una visualizzazione del profilo.
  • La portabilità necessaria
  • La necessità di un’applicazione specifica come il rivestimento dopo la sabbiatura.

La taratura del rugosimetro

Il rapporto di taratura con riferibilità ai campioni primari viene effettuato con l’utilizzo di provini certificati LAT i cui valori di rugosità Ra, Rz etc vengono testati con i rugosimetri nuovi o già in possesso del cliente per individuarne il relativo scostamento.

Puoi affidare a noi  la taratura dei tuoi strumenti, siamo infatti certificati ISO 9001 per l’erogazione del servizio di taratura.

Per vedere tutti i nostri strumenti relativi alla misura e al controllo delle rugosità e selezionare quello più adatto alla tua esigenza, basta cliccare qui.

Naturalmente, se non sei ancora sicuro o hai dubbi sulla misurazione e sul controllo della rugosità della superficie, non esitare a contattarci, uno dei nostri tecnici sarà pronto a rispondere alle tue domande.

Quando si parla di “strumenti ad ultrasuoni”, è chiaro che si tratta di dispositivi che svolgono la loro funzione tramite l’utilizzo degli ultrasuoni, quindi, per dare una risposta corretta alla domanda “cosa sono gli strumenti ad ultrasuoni?” è meglio cominciare col descrivere che cos’è un ultrasuono.

Cos’è un ultrasuono?

Il termine ultrasuono fa riferimento all’utilizzo di onde sonore a frequenze molto alte, solitamente più alte rispetto alla capacità uditiva dell’orecchio umano.

Ciò significa che gli ultrasuoni applicano frequenze superiori a 20 kilohertz con valori di funzionamento che arrivano fino al campo dei gigahertz, a seconda dello strumento.

Il termine ultrasuono viene comunemente utilizzato nel settore sanitario, principalmente nell’ambito ecografico.

Tuttavia, nel settore ingegneristico, gli strumenti a ultrasuoni vengono utilizzati per scopi differenti, come i test non distruttivi, la misurazione e il controllo della qualità.

Strumenti a ultrasuoni per i test non distruttivi

Alcuni strumenti a ultrasuoni vengono utilizzati per identificare e verificare le caratteristiche meccaniche, mantenendo integra la parte su cui viene effettuato il test.

Questa tipologia di strumenti è particolarmente utile per l’ultimazione di parti o prodotti  e permette di identificare e testare aspetti quali:

  • Difetti sulla finitura superficiale spesso non visibili a occhio nudo;
  • Durezza dei materiali;
  • Crepe sui tubi che possono provocare perdite;
  • Altri difetti impercettibili.

 

strumenti ad ultrasuoni - SAUT500D-SW

 

Inoltre, l’utilizzo degli strumenti a ultrasuoni per il controllo non distruttivo (CND) offre altri vantaggi, come ad esempio:

  • Individuazione sia dei difetti esterni che di quelli interni;
  • Rilevamento di difetti volumetrici, come eventuali crepe, indipendentemente dal loro orientamento;
  • Risparmio di tempo per testare pezzi di diverso spessore;
  • Gli ultrasuoni non sono nocivi per la salute, al contrario delle radiazioni emesse con altri controlli.

Quali strumenti per il controllo non distruttivo?

Fra i più comuni dispositivi troviamo:

Norme di riferimento per le prove non distruttive

I controlli non distruttivi sono regolamentati da diverse normative che stabiliscono i metodi di verifica da applicare in base al materiale, allo spessore del metallo, al tipo di giunto ecc.

Noi di S.A.M.A. Italia siamo associati a UNI  Ente italiano di Normazione:

Essere Socio ti permette di partecipare in prima persona alla definizione delle norme, contribuendo a definire le regole del tuo settore di riferimento invece che subirle.

UNI permette agli associati e non di consultare le normative di riferimento in qualsiasi momento, acquistandole on line.

 

Associazione italiana Prove non Distruttive

In Italia è presente dal 1979 AIPnD, un’organizzazione a carattere scientifico, culturale e professionale tra le prime e più importanti del mondo nel suo settore.

I Soci appartengono a istituti, centri di ricerca, organizzazioni, scuole, studi professionali, aziende produttrici di strumentazione e che forniscono servizi PnD.

L’associazione ha sede a Brescia e promuove la conoscenza scientifica, tecnica e lo sviluppo tecnologico delle prove non Distruttive oltre a valorizzare la professione degli addetti al settore.

 

Strumenti ad ultrasuoni

Strumenti a ultrasuoni per la misurazione

Secondariamente, gli strumenti a ultrasuoni si utilizzano per la misura dello spessore dei materiali o della vernice.

Li puoi trovare nella sezione del nostro sito “misura a ultrasuoni dello spessore”.

Sono strumenti che misurano lo spessore tramite una sonda che genera un impulso a ultrasuoni.

In parole semplici, lo strumento misura lo spessore tramite un calcolo del tempo impiegato dall’impulso per ottenere un riflesso dalla superficie opposta e tornare poi alla sonda.

 

Il valore ottenuto dalla misurazione permette di identificare e verificare:

  • Spessore di un materiale per possibile usura;
  • Corrosione dei materiali;
  • Possibilità di fessure/rotture;
  • Spessore superficiale esatto.

Inoltre, questi dispositivi offrono diversi vantaggi quali:

  • Non viene danneggiato il campione misurato;
  • Elevata precisione;
  • Sono molto semplici da utilizzare anche in laboratorio;
  • Meno costosi rispetto ad altre tipologie di strumenti;

Ecco quindi alcuni strumenti a ultrasuoni che produciamo a marchio SAMA Tools, parliamo di vari modelli di misuratori di spessori :

Guarda il video che abbiamo realizzato sullo spessimetro grafico

 

Strumenti a ultrasuoni per il controllo qualità

Gli strumenti per il controllo e la misurazione non distruttiva vengono utilizzati per verificare e confrontare i risultati ottenuti con quelli previsti.
Se i risultati corrispondono alle specifiche della parte o del prodotto testato, si può stabilire che tale elemento ha le qualità desiderate in origine ed è conforme.

Arrivati a questo punto è evidente l’importanza che ricoprono nell’ambito del controllo qualità: gli strumenti a ultrasuoni forniscono informazioni che sono essenziali per la garanzia della qualità, come ad esempio:

  • Misura e controllo della rugosità;
  • Spessore delle pareti;
  • Spessore dei rivestimenti;
  • Misura e controllo del colore e della brillantezza;
  • Durezza dei materiali.

I benefici per il settore del controllo qualità includono tutti gli aspetti elencati sopra, oltre al fatto che alcuni di questi strumenti possono essere utilizzati direttamente in linea di produzione senza la necessità di prelevare campioni in laboratorio.

Altri strumenti utili per le attività legate al controllo qualità sono:

E questa è solo una breve lista, visitando il nostro sito internet potrai renderti conto delle numerose possibilità di misurazione.

 

strumenti di misura - sa8825fn

Quali materiali possono essere testati?

A questo punto dovresti aver capito cosa sono, come funzionano e quali sono le principali applicazioni degli strumenti a ultrasuoni.
Inoltre, è fondamentale anche capire quali sono i materiali che rendono il metodo a ultrasuono più efficiente.
Fortunatamente questa tipologia di strumenti copre un ampio raggio di materiali, specialmente se sono strumenti di alta qualità.
Ad esempio, il nostro misuratore di spessori ad ultrasuoni centesimale – SAUT160 può misurare lo spessore dei materiali conduttori ad ultrasuoni come:

  • Acciaio
  • Ghisa
  • Alluminio
  • Rame
  • Ottone
  • Zinco
  • Vetro di Quarzo
  • Polietilene
  • PVC
  • Ghisa grigia
  • Ferro sferoidale

Conclusioni

Per concludere, è chiaro che una risposta breve e precisa alla domanda “Cosa sono gli strumenti a ultrasuoni?” potrebbe essere “potenti strumenti di prova e misura”.
Oltre a ciò, il fatto che questi strumenti siano in grado di fornire informazioni essenziali per migliorare la qualità, li rende un “must have” per ogni azienda attenta al controllo qualità.
Tieni però presente che gli strumenti ad ultrasuoni non sono utilizzati solamente per il controllo qualità, alcuni di questi sono molto utili anche per effettuare ispezioni di manutenzione su serbatoi, lamiere metalliche, tubazioni, contenitori a pressione, paratie e altre attrezzature in cui possono essere presenti corrosione e altri difetti.

Se sei interessato all’acquisto dei nostri strumenti a ultrasuoni o hai domande riguardo a questi o ad altri prodotti o servizi, non esitare a contattarci. Saremo felici di aiutarti.

Elementi di portfolio