Articoli

Ascolta qui un breve riassunto dell’articolo

 

Il MEK Test, acronimo di Methyl Ethyl Ketone Test, è una prova che serve a verificare la resistenza alla corrosione di un rivestimento metallico.

In particolare, consiste nell’applicare sul rivestimento una soluzione di metiletilchetone (MEK), un solvente aggressivo. Questo permette di valutare la resistenza del rivestimento alla corrosione e la sua aderenza al substrato metallico.

La SAAB521 di SAMA Tools, è una macchina per test di abrasione ai solventi utilizzata per testare la resistenza all’abrasione dei rivestimenti. È ideale nell’ambito della produzione di vernici, smalti, materiali compositi e rivestimenti per pavimenti.

Qual è il funzionamento del MEK test?  (VIDEO)

Per prima cosa è utile ricordare i riferimenti normativi.

La SAAB521 esegue test di abrasione ai solventi secondo le norme ASTM D4752, ASTM D2486, ISO 4628-2 e ISO 11998.

Come abbiamo anticipato, il test di abrasione ai solventi utilizza il metiletilchetone (MEK) come solvente e consiste nello sfregamento di una garza imbevuta di solvente sulla superficie del campione fino alla rottura del film o al verificarsi di un difetto. La macchina è dotata di un sistema di controllo digitale che consente di impostare facilmente le condizioni di test.

Guarda il video che abbiamo preparato, potrai vedere la semplicità e intuitività di funzionamento della macchina per MEK test di SAMA Tools.

 

 

A chi è utile la macchina per il MEK test?

La SAAB521 è utilizzata principalmente dai produttori di vernici, smalti, materiali compositi e rivestimenti per pavimenti. Tali produttori cercano di ottenere prodotti che resistano al degrado e all’usura nel tempo e il test di abrasione ai solventi è uno dei metodi utilizzati per valutare la resistenza all’abrasione dei rivestimenti.

Qual è la particolarità del MEK Tester di SAMA Tools?

La macchina si interrompe automaticamente quando viene raggiunto il limite di sfregamenti impostato.

Grazie alla sua elevata precisione, alla facilità d’uso e alla flessibilità, la macchina è in grado di soddisfare le esigenze dell’industria delle vernici e dei rivestimenti.

FAQ: Approfondimenti sulla Misurazione dell’Abrasione dei Rivestimenti

Quali sono i metodi più comuni per misurare l’abrasione di un rivestimento?

I metodi comuni includono vari test di abrasione ai solventi, come il MEK Test offerto da SAMA Tools, che valutano la resistenza del rivestimento all’usura

Qual è la procedura consigliata per eseguire un test di abrasione su un rivestimento?

La procedura include la preparazione accurata del campione e l’applicazione controllata di forze abrasive, indicate nelle Norme di riferimento.

Come viene valutata la resistenza all’abrasione di un rivestimento?

La valutazione, effettuata con gli strumenti di SAMA Tools, si basa sull’osservazione di cambiamenti nell’aspetto del rivestimento, come la perdita di lucentezza, il colore, o la presenza di graffi o erosioni.

Quali sono i fattori che possono influenzare i risultati della misurazione dell’abrasione?

Fattori come la composizione del rivestimento, la sua applicazione, e le condizioni ambientali durante il test possono influenzare i risultati.

Quali sono le possibili cause di un’abrasione eccessiva su un rivestimento?

Cause comuni includono la selezione inadeguata del tipo di rivestimento, errori nel processo di applicazione, o condizioni operative estreme.

Come può essere migliorata la resistenza all’abrasione di un rivestimento durante il processo di produzione?

Miglioramenti possono essere ottenuti ottimizzando la composizione del rivestimento e affinando le tecniche di applicazione.

Altre risorse che potrebbero interessarti:

I 10 migliori strumenti di misura per la tua verniciatura industriale

Come si effettua la misura e il controllo dei rivestimenti?

Consulta Normative

 

S.A.M.A. Italia produce il MEK Tester sotto il proprio marchio SAMA Tools e conta migliaia clienti soddisfatti in tutto il mondo.

Parliamo ad esempio del Gruppo Massilly che si estende in 15 Paesi a livello mondiale ed è specializzato negli imballaggi in metallo: coperchi, lattine, aerosol, packaging industriale ecc.

e AKZO Nobel, una importante multinazionale che opera in oltre 150 paesi nel mondo e da 200 anni è leader nel settore dei rivestimenti.

 

 

Contatta il nostro team di tecnici

Se sei interessato a scoprire come possiamo aiutarti, contattaci oggi stesso: siamo pronti ad ascoltare le tue esigenze e offrirti gli strumenti di misura che miglioreranno il tuo reparto controllo qualità. Compila il form e cominciamo a lavorare insieme!

La verniciatura industriale è un processo che richiede una grande attenzione ai dettagli e una conoscenza approfondita degli strumenti di misura per garantire la qualità del prodotto finito.

In questo articolo, esploreremo i 10 migliori strumenti di misura per la tua verniciatura industriale.

Quando si parla di rivestimento, molti pensano che la vernice venga utilizzata esclusivamente per migliorare gli oggetti dal punto di vista estetico. Sebbene sia vero che la verniciatura possa avere scopo decorativo, nell’ambiente industriale rappresenta molto di più che un miglioramento estetico.

La verniciatura industriale viene normalmente utilizzata per applicare un rivestimento protettivo sulla superficie del bene. Tre sono i principali vantaggi che si possono ottenere da questo rivestimento protettivo:

  • Prevenire la corrosione e aumentare quindi la durata.
  • Fornire capacità ignifughe al bene.
  • Ridurre il consumo energetico per mezzo di vernici riflettenti per mantenere gli edifici freschi ed evitare l’uso di aria condizionata.

La scelta degli strumenti di misura giusti è fondamentale per garantire la precisione e la qualità del processo di verniciatura.

Lasciati guidare da noi attraverso questo excursus sui 10 strumenti per una verniciatura industriale eccellente.

1. Quadrettatori

I quadrettatori sono strumenti utilizzati per misurare e verificare l’adesione degli strati di rivestimento al supporto e, nel caso di applicazione di più strati, l’adesione tra di essi.

Questa verifica è essenziale per verniciatori industriali e laboratori di terze parti per garantire la qualità e la longevità del rivestimento protettivo. Migliore è l’adesione della vernice al supporto, migliore è la protezione che può fornire e più a lungo proteggerà il bene.

Il test con il quadrettatore è molto semplice, guarda tu stesso nel video qua sotto!

La testina dello strumento viene posizionata ortogonalmente sul campione testato, e quindi fatta scorrere per tracciare una griglia sul rivestimento.

Lo stato del rivestimento dopo la prova viene quindi confrontato con una tabella riconosciuta a livello internazionale per determinare il grado di adesione.

2. Strumento digitale manuale per prove adesione pull-off

Come abbiamo appena visto, l’adesione è un aspetto molto importante per la qualità e la longevità della verniciatura industriale.

Pertanto, per portare la tua verniciatura industriale ad un livello superiore, devi verificare e assicurarti che l’adesione sia adeguata.
E lo strumento per prove di adesione pull-off ti aiuta a fare esattamente questo.

Lo strumento prende il suo nome dal fatto che misura la forza necessaria per staccare il rivestimento dalla superficie del campione testato. Questo tirando un disco di metallo di diametro noto e utilizzando la pressione idraulica.

Valutando la forza di tensione pull-off del rivestimento, è possibile determinare la forza massima che può sopportare prima di staccarsi. È inoltre possibile identificare i punti di rottura, che si traducono in superfici fratturate. Ciò si verifica di solito lungo il piano più debole all’interno del sistema costituito da dolly, colla, strati di rivestimento e substrato.

SAMA Tools ti supporta con uno strumento di adesione pull-off digitale con le seguenti caratteristiche:

  • Semplice e portatile con batteria al litio ricaricabile incorporata.
  • Elevata precisione per risultati ottimizzati.
  • Maggiore versatilità per una maggiore efficienza.
  • Robusto e resistente.

Guarda lo strumento in azione nel video qua sotto.

3. Misuratore di elasticità dei rivestimenti

Un altro aspetto importante per ottenere una verniciatura eccellente è quello di determinare la resistenza alla rottura e l’elasticità del rivestimento. Questo tipo di prova può essere fatta con il misuratore di elasticità dei rivestimenti .

Questo strumento è molto semplice da utilizzare e non richiede particolari abilità nell’esecuzione del test.

La prova di elasticità si basa normalmente su due criteri, prova superata/non superata o individuazione del diametro limite per la rottura del rivestimento. Come puoi vedere nel video, la misurazione consiste nel piegare il campione attorno ai cilindri intercambiabili o al mandrino conico e verificare cosa succede al rivestimento sul campione.

Semplice, pratico e molto utile per determinare le proprietà del rivestimento quali elasticità, adesione e allungamento dei rivestimenti su lamiere soggette a flessione.

Arrivati a questo punto della lista, forse potrebbe interessarti anche questo articolo: Come si effettua la misura e il controllo dei rivestimenti?

4. Imbutitore

Questo è uno strumento altrettanto importante per controllare la qualità del rivestimento protettivo nel campo dell’industria della verniciatura industriale.

Gli imbutitori sono impiegati per valutare la resistenza alla rottura e il distacco del rivestimento dal substrato metallico.

Il test consiste essenzialmente in tre fasi:

1. Bloccaggio del campione.
2. Imbutitura del campione da un penetratore emisferico su una matrice.
3. Verifica del risultato per determinare la profondità della rottura.

Ti possiamo offrire due diversi modelli di imbutitore. Il SACT309 è il modello manuale, dotato di una lente di ingrandimento illuminata per una più facile verifica del risultato e di display digitale per visualizzare il valore della profondità di rottura. Il modello SACT310 è automatico, ideato per eliminare il rischio di errore umano e dotato di una fotocamera digitale per una maggiore precisione.

Imbutitori digitali SACT309 - SACT310

In foto: Imbutitori digitali SACT309 – SACT310

5. Misuratori d’impatto

Un altro aspetto importante per la verniciatura industriale è la resistenza del rivestimento agli urti. Gli impact testers possono essere utilizzati per eseguire un’ampia varietà di prove di impatto, in cui l’obiettivo principale è misurare la quantità di energia assorbita durante un urto che può provocare una rottura.

Questi strumenti sono estremamente versatili nell’ambito della verniciatura industriale, poiché sono in grado di testare diversi tipi di rivestimenti, tra cui:

  • Pitture
  • Vernici
  • Vernici per legno a base d’acqua
  • Rivestimenti plastici ad alta viscosità
  • Rivestimenti laminati

I metodi di verifica per i risultati di questi test includono il metodo passa/non passa e il metodo di classificazione.

Per il primo metodo si utilizza una massa di peso standard che cade da una determinata altezza per vedere se il risultato della prova è conforme o meno alla normativa, mentre per il secondo si aumenta gradualmente l’altezza o il peso per misurare la massa minima e/o altezza per cui lo strato di rivestimento si rompe o si distacca dal substrato.

Qualche dubbio sul funzionamento?

Guarda il video!

6. Durometri

Durante la formulazione dei rivestimenti, i produttori di vernici industriali e i laboratori di terze parti devono considerare come bilanciare le proprietà del rivestimento per l’applicazione specifica. Un eccesso di durezza può comportare un aumento della fragilità o una diminuzione della flessibilità, il che potrebbe non essere positivo per i requisiti del rivestimento.

Pertanto, anche testare la durezza del rivestimento è fondamentale per garantire una verniciatura industriale di alta qualità. Ciò può essere fatto in base a standard diversi, motivo per cui esistono modelli.

I durometri più comuni sono:

durometri

In foto: durometri SAMA Tools

 

Di durometri abbiamo parlato anche in un articolo nato da un sondaggio su LinkedIn. Clicca qui per leggerlo!

7. Macchina per prove di durezza e scalfiture

Sebbene possano essere considerati come una tipologia di durometro, gli scratch testers sono in realtà utilizzati per misurare i carichi critici legati all’adesione del rivestimento.

La procedura prevede la generazione di un graffio controllato con un penetratore su un’area selezionata, puoi vedere il funzionamento nel video qua sotto.

Ciò si ottiene seguendo questi 3 passaggi:

  1. Una punta è posta a contatto con la superficie
  2. La punta viene spostata con un carico che aumenta linearmente finché non si verifica un graffio.
  3. Il carico con cui si verifica il cedimento viene misurato e registrato come carico critico.

Secondo le procedure di prova, il carico applicato può essere costante o progressivo in modo da ottenere diversi livelli di rottura.

8. Macchina per test di abrasione ai solventi (MEK test)

Come accennato in precedenza, la verniciatura industriale viene solitamente applicata per proteggere i beni esposti ad ambienti difficili. Naturalmente, i rivestimenti applicati subiranno, nel lungo periodo, un certo livello di usura a causa di tale esposizione.

È qui che diventa importante la macchina per test di abrasione ai solventi. Il test consiste nello sfregare la superficie con una garza imbevuta di metiletilchetone (MEK) fino a quando non si verifica la rottura del film.

Guarda nel video con quanta semplicità si può effettuare questa prova, con la nostra macchina.

Il tipo di garza, la distanza della corsa, la frequenza della corsa e la pressione approssimativa applicata dipendono dallo standard utilizzato per la prova.

Gli sfregamenti sono contati come doppi (uno sfregamento in avanti e uno indietro costituiscono un doppio sfregamento).

Il risultato del test è una rapida stima relativa del grado di usura senza dover attendere i risultati dell’esposizione a lungo termine.

9. Macchina per test di resistenza allo sfregamento

Sebbene il nome suoni simile allo strumento precedente, la macchina per test di resistenza allo sfregamento viene utilizzata per misurare la resistenza all’abrasione dei materiali stampati.

I materiali comuni testati includono ad esempio:

  • Etichette
  • Scatoloni pieghevoli
  • Cartone ondulato
  • Materiali di imballaggio con grafica su un substrato piano

È importante evidenziare che lo sfregamento in questa prova avviene tramite cuscinetti in gomma a causa della natura dei materiali testati.

Macchina per test di resistenza allo sfregamento – SAAB630

In foto: Macchina per test di resistenza allo sfregamento – SAAB630

10. Abrasimetro a rotazione

L’ultimo dei 10 strumenti per la verniciatura industriale di primo livello è l’abrasimetro rotazionale.

Questo strumento permette di verificare un’altra proprietà essenziale del rivestimento, la resistenza all’abrasione. Alcuni rivestimenti vengono applicati su componenti speciali che sono in contatto con altri componenti in movimento o esposti all’abrasione del vento e di altri elementi; da qui l’importanza di testare questa proprietà.

Con l’abrasimetro a rotazione, la resistenza del rivestimento viene testata mediante sfregamento rotante.

Ecco le fasi del processo:

  1. Il campione viene posizionato sul piatto rotante.
  2. Il campione viene sottoposto all’azione di due ruote abrasive con una determinata pressione. L’azione abrasiva è ottenuta mediante rotazione del campione lungo l’asse verticale, mentre sopra di esso ruotano due ruote abrasive.
  3. Le due ruote percorrono una rotazione completa sulla superficie del campione, e consentono di verificare la resistenza all’abrasione in ogni possibile angolo rispetto al campione.
  4. Il grado di abrasione viene misurato e registrato in base al carico applicato che di solito è 500 g, 750 g o 1000 g.
  5. L’abrasione risultante si misura tramite la differenza di peso del provino prima e dopo la prova

Guardalo in azione!

Prima di arrivare alle conclusioni finali pensiamo che potrebbero interessarti anche Il caso studio di C&L Verniciatura, con l’utilizzo del rugosimetro per sabbiatura 

Strumenti di misura: 5 consigli per una scelta di qualtàCamera a nebbia salina: test per la corrosione

Conclusioni

È chiaro ormai quanto sia importante una corretta verniciatura industriale, che può influire sulla durata e sulla resistenza del rivestimento. Una verniciatura non adeguata può portare a problemi come la corrosione, la delaminazione e l’usura prematura del rivestimento. Il controllo qualità dei rivestimenti è quindi essenziale per garantire che i prodotti finiti soddisfino le aspettative del cliente.

Il controllo qualità dei rivestimenti prevede una serie di test e di verifiche per valutare la qualità del prodotto finito. Tali verifiche possono includere test di adesione, test di durezza, test di resistenza alla corrosione e test di resistenza all’usura. La valutazione dei risultati consente di identificare eventuali difetti e di prendere le necessarie misure correttive.

Siamo sicuri che l’utilizzo di una combinazione di strumenti dall’elenco ti aiuterà a migliorare esponenzialmente le tue attività di verniciatura industriale.

Naturalmente, oltre agli strumenti condivisi qui, offriamo un’ampia varietà di strumenti per il controllo non distruttivo per scopi diversi.

La nostra missione è supportare i clienti nelle loro attività di controllo della qualità, fornendo sempre le migliori soluzioni per garantire la loro soddisfazione. Che tu lavori in un’industria specializzata nella verniciatura o in un altro reparto controllo qualità del prodotto, il tuo successo è il nostro obiettivo principale e saremo felici di contare tra i nostri clienti anche te!

Se hai bisogno di aiuto per uno degli strumenti nell’elenco o desideri consigli sullo strumento migliore per il tuo caso specifico, il nostro ufficio tecnico sarà lieto di assisterti. Puoi contattarci al numero 0584/392342 – 0584/392453 o inviare una mail a sales@samatools.it. Non esitare a contattarci, siamo qui per aiutarti!

 

Non hai tempo di leggere tutto l’articolo?

Abbiamo preparato un video in inglese, altrettanto esaustivo dove troverai tutto ciò che c’è da sapere sui 10 migliori strumenti di misura per la tua verniciatura industriale!